Boom dell’economia dell’usato: gli scambi sul web valgono più di 7 miliardi

vespaUna crescita di 300 milioni in un anno: è il risultato che nel 2016 ha fatto registrare la “second hand economy”, l’economia dell’usato online, in Italia. Un mercato che vale 7,1 miliardi di euro. L’economia dell’usato vale complessivamente 19 miliardi di euro, l’1,1% del Pil, in crescita di un miliardo rispetto al 2015.

Il 15% della popolazione italiana acquista o vende sul web. E oltre un terzo di questi scambi avvengono attraverso dispositivi informatici, piattaforme o app. C’è chi cerca un’auto usata in offerta e chi un capo di vestiario vintage. Chi un mobile e chi un videogioco o un accessorio per lo sport. Un sistema che conviene: in media, secondo i dati dell’Osservatorio 2016 Second Hand Economy curato da Doxa, chi vende un proprio bene sul web guadagna 900 euro.

È il settore dei motori a trainare le compravendite fra privati online: auto e moto usate valgono 5 miliardi di euro all’anno. Gli oggetti per la casa e la persona seguono al secondo posto con 984 milioni di giro d’affari, l’elettronica è terza con 647 milioni, mentre sport e hobby generano scambi “fai da te” per 465 milioni di euro.